I Colori del MAROCCO

I Colori del MAROCCO

I colori del Marocco sono un paese sensuale, pieno di aromi esotici, consistenze e colori che assalgono tutti i sensi umani. A partire dalla stupefacente architettura moresca, dai sontuosi disegni artigianali che comprendono mosaici, piastrelle, sculture, fino ai souk pieni di una vasta gamma di tappeti, gioielli, ceramiche, cesti, tessuti, articoli in pelle di squisiti modelli e colori, e alle bancarelle piene di spezie esotiche e cucina divina.

I colori della Kasbah:

In primo luogo, al di fuori delle città e delle kasbah, la natura offre panorami gloriosi con palette piene di sfumature colorate durante l’esplorazione di questo bellissimo Paese. Da alberi e foreste antiche, come gli alberi di Argan autoctoni lungo la costa atlantica alla spettacolare foresta di cedri a sud di Fes che si avvicina al Medio Atlante. Gli ulivi, gli alberi che portano frutti come mandarini e arance che si notano quasi ovunque, le palme con una varietà di datteri, fichi e noci di cocco lungo i fiumi Draa e Todra, attireranno la vostra attenzione su tutti i tipi di verde, dalle tonalità più profonde, a quelle giallastre e argentee delle foglie e delle conifere.

Colori intorno alla spiaggia:

In secondo luogo, il Marocco è un Paese ricco di paesaggi: le coste del Mediterraneo e dell’Atlantico, con le loro acque blu e turchesi e la spuma bianca delle onde; i marroni, i grigi, i verdi e i gialli pallidi delle montagne dell’Alto, Medio, Anti Atlante e del Rif, fino alle sfumature di giallo, okra, nero e arancione spettacolare delle sabbie del Sahara. Senza dimenticare le città-medine fortificate, le piccole città e i villaggi-ksar che punteggiano il panorama marocchino.

I colori delle città marocchine:

In terzo luogo, definite dai loro colori. Dalle città bianche della costa atlantica – Tangeri, Asila, Rabat, Casablanca e Agadir – alla città blu di Chefchaouen, incuneata nella valle dei monti del Rif, alla città rossa di Marrakech, alla città gialla di Fez, ai margini delle montagne dell’Atlante. Le sfumature di terracotta all’interno raggiungono le sabbie sahariane da Zagora fino alla città di frontiera di Merzouga, circondata dalle sabbie d’oro-arancio delle dune dell’Erg Chebbi.

Inoltre, ogni città non ha solo i colori unici e distintivi delle sue medine, ma anche i taxi e le autovetture hanno una vasta gamma di colori: blu, bianco, rosso, rosa, arancione e giallo. Questo non si può trovare in nessun’altra parte del mondo. È semplicemente un’esclusiva del Marocco.

Basta guardare i taxi che passano sulle strade per riconoscere facilmente dal loro colore da quale città marocchina provengono. In effetti, il Marocco è pieno di colori. Parliamo ora del design degli interni. Molti turisti di tutto il mondo cercano alloggi con una varietà di bellissimi riad, tessuti di lusso, pelle, piastrelle, mobili e oggetti d’arte pieni di colori e motivi vivaci. Questi motivi formano un modello e sono presenti in quasi tutte le case. Naturalmente, variano da città a città e da regione a regione.

Colori di razza in Marocco:

I Colori del MAROCCO

Il Marocco ha subito una miscela di influenze dalla popolazione berbera nativa, ai moreschi, ai nordafricani, ai mediorientali e agli europei, soprattutto spagnoli, italiani e francesi. Per questo motivo gli effetti visivi sono eccezionali, rari e unici! L’arte decorativa marocchina è famosa per l’uso prominente di sei colori: Bianco, Nero, Blu, Verde, Rosso e Giallo. Il simbolismo dei colori nella cultura del Marocco ha origine soprattutto nell’Islam.

In generale, il bianco è associato alla saggezza, all’onore, alla dignità, alla purezza e al pensiero creativo. I marocchini indossano abiti bianchi in occasione di cerimonie gioiose e dolorose, di nascita e di morte. Il nero a volte si riferisce a cose impure e sataniche. In effetti, ci sono ancora alcune famiglie marocchine che si rifiutano di
di indossare abiti neri o di utilizzarlo nell’arredamento e nelle decorazioni. Il verde può riferirsi alla natura e alla fertilità. Simboleggia anche la prosperità, il che spiega la tradizione marocchina di cucire una copertura verde per i santuari dei santi per chiedere la loro benedizione. Il blu può riferirsi all’assoluto e all’infinito. Incarna anche la tranquillità e la pace mentale.

Il rosso può significare l’espulsione e l’epurazione degli spiriti maligni.
Il giallo simboleggia l’appassimento degli oggetti quando si avvicinano alla fine del ciclo di vita. Questi colori simbolici hanno influenzato l’arte, l’architettura, la pittura e l’arredamento del Marocco, dalle moschee ai riad fino alle abitazioni più semplici. Potete contattarci per maggiori informazioni sui colori del Marocco o prenotare uno dei nostri tour nel deserto del Marocco per saperne di più.

Colori interni del Marocco:

Questa ricca tavolozza di colori è una delle caratteristiche più tipiche degli interni marocchini. I colori utilizzati hanno pigmenti di grande intensità e sono molto puri. Di solito sono organici, ricavati dalla natura. Sono tipicamente esposti il blu cobalto brillante, l’acquamarina, il turchese, il verde smeraldo, lo zafferano, l’arancio e il rosso carminio.

I colori marocchini nei metalli:

Metalli come l’oro, il rame e l’argento sono presenti non solo nei palazzi e nelle moschee, ma anche in molte case popolari, nei riad e negli spazi pubblici. Le pareti degli interni con i colori del Marocco sono piuttosto grezze. Ma troverete piastrelle e sculture quasi in ogni casa in molte combinazioni di colori sorprendenti. Ad esempio, è possibile combinare perfettamente le tonalità del turchese con l’oro e l’argento. Il cuoio si abbina perfettamente ai toni della terra. Spesso il blu si trova su porte e persiane e crea un’interessante facciata esterna. Si tratta di un’antica usanza per tenere lontani gli spiriti maligni dalla casa.

È difficile trovare una casa senza pouf marocchini. Sono veri e propri richiami per gli occhi, disponibili in tessuti colorati o in pelle. L’arredamento marocchino è caratterizzato da tessuti lussureggianti dai colori ricchi e dalle trame intricate, di solito con un design ogee. L’ogee è un motivo distintivo con due curve continue e aggraziate che si restringono e si allargano. Queste due curve formano una forma ovale perfetta. Le sedute imbottite comprendono velluti e sete. I colori dei tessuti marocchini sono presenti ovunque, dai tappeti ai bellissimi e comodi cuscini su ogni divano, poltrona, letto e sedia.

I colori marocchini nelle case

Un altro elemento immancabile nelle case marocchine sono le lampade e le lanterne dai disegni e dalle forme intricate. E di attraenti colori marocchini, disponibili come lampade a sospensione, da tavolo e da parete. Sono famose agli occidentali anche grazie alle fiabe delle notti arabe e ai film d’animazione come Aladdin. Si possono vedere ovunque, sia all’interno che all’esterno, nei giardini e persino nelle tende e sulle sabbie del Sahara.

A seconda della forma e dell’origine, sono di ferro piegato, di cuoio o di vetro colorato. Come i tessuti, inoltre, le lampade marocchine sono molto colorate e decorate nei minimi dettagli. Queste lampade moresche esistono da molti secoli e le tecniche sono state tramandate di generazione in generazione. Nel corso del tempo, le candele delle lanterne sono state sostituite da lampade e sono state combinate diverse tecniche.

I colori dei pasti in Marocco:

Un altro oggetto unico è il tajine, forse l’oggetto più tipico quando si pensa al Marocco. La famosa pentola di terracotta è fatta di argilla o ceramica in cui i locali cucinano il tagine sui carboni ardenti. Si possono trovare deliziosi piatti
di tajine a ogni angolo di strada, ma anche negli hotel, nei resort e nei riad più costosi e lussuosi. Sono anche una festa per gli occhi e sono disponibili in molti colori, poiché non sono usati solo per cucinare ma anche come decorazione.

Anche le pareti sono tipicamente ornate da molti piatti di ceramica dai piacevoli colori e motivi marocchini. I marocchini sono esperti artigiani e le loro ceramiche, comprese le piastrelle e i mosaici, sono ampiamente utilizzate nella decorazione di interni.

Oltre a questi elementi, anche i tappeti colorati e le sculture in legno sono caratteristiche tipiche dello stile marocchino. Il carattere dei mobili in stile marocchino comprende un aspetto grezzo, intagli irregolari e intricati e intarsi in madreperla o in mosaico. A seconda dei colori e dei materiali scelti, creano interni molto diversi, sorprendenti e piacevoli da vedere. Questo è solo un assaggio della ricca cultura marocchina, piena di colori, disegni ed effetti visivi. È un Paese che vale la pena esplorare, dove ogni preferenza e senso personale può essere soddisfatto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>