Che cos’è un Riad in Marocco?

Riad in Marocco

Riad in Marocco?

Che cos’è esattamente un Riad? Il classico Riad in Marocco (marocchino) è una residenza a più piani costruita intorno a un cortile all’aperto con una fontana al centro. In origine i riad erano le residenze esclusive delle persone più ricche, dei mercanti e dei cortigiani della città. La struttura è di forma rettangolare, con varie stanze su ciascuno dei quattro angoli. I riad sono indiscutibilmente una parte del turismo marocchino e nessun viaggio nel Paese è completo senza un soggiorno in uno di essi.

La maggior parte dei riad è stata trasformata in boutique hotel e guesthouse nell’era contemporanea. La loro popolarità è esplosa tra i visitatori del Marocco e noi li consideriamo un’attività da non perdere per chiunque visiti il Paese.

Le stanze sono numerose, poiché in origine erano le dimore dei ricchi, e i visitatori alloggiano nelle stanze e negli interni del cortile. Poiché la maggior parte dei riad si trova in antiche medine con edifici collegati tra loro, è insolito avere molto più di una modesta finestra esterna.

Riad in Marocco:

Il cortile centrale ha un giardino e funge da “salotto” e zona pranzo per gli ospiti. La fonte di luce naturale della casa è il cortile centrale, aperto dall’alto. La maggior parte dei tetti oggi comprende terrazze, giardini, ristoranti e persino la rara piscina, grazie ai tetti piatti e alla mancanza di un requisito per la gestione della pioggia. Molti degli hotel ristrutturati hanno occupato gli edifici e i cortili adiacenti per creare interni simili a labirinti con hammam, caffè e salotti.

Un riad per i turisti non è solo un posto dove dormire la notte, ma anche un’oasi. Il cuore delle medine è generalmente un luogo di pace con poco più di una fontana centrale che gorgoglia, mentre le strade sono animate da venditori ambulanti, visitatori, animali e motociclette. Nonostante il caldo torrido all’esterno, la costruzione tradizionale favorisce la ventilazione e le medine rimangono fresche e piacevoli. Per noi, il centro di un riad è il luogo ideale per rilassarsi e leggere un nuovo libro sorseggiando tè alla menta.

I migliori riad in Marocco di Marrakech

Dar Darma:

Questo elegante riad, in precedenza proprietà privata, si trova nel quartiere di Moqf. È stato trasformato in un elegante riad di sei suite con un mix di caratteristiche marocchine e contemporanee. L’interno è un accogliente mix di colori vivaci, tessuti lussuosi, mobili deliziosi e squisite ceramiche. Dovete aspettarvi di pagare un costo elevato per una notte in un piccolo hotel boutique con tutti questi splendidi arredi.

Riad Kniza Marrakech:

L’ambiente del Riad Kniza delizierà ogni ospite, dalla cucina al personale all’intrattenimento. Il Riad Kniza, che risale al XVIII secolo, è situato nel centro della medina storica di Marrakech. Le camere sono ampie e costruite con materiali artigianali tradizionali. Molti visitatori entrano in Marocco passando per Marrakech, e un soggiorno al Riad Kniza vi offrirà un’idea del fascino storico del paese. Un soggiorno qui risponderà alle vostre domande su cosa sia un riad.

Royal Mansour:

Un soggiorno al Royal Mansour è necessario se volete sentirvi davvero come dei reali arabi. Non si tratta di un Riad tradizionale, ma piuttosto di una rivisitazione contemporanea di un hotel di lusso. Incorpora ancora molti aspetti del design dei riad tradizionali, ma non fraintendetemi: è molto lontano dalle tenute originali del Marocco, che avevano saloni, piscine, giardini e terrazze.

Entrando in queste porte potrete dimenticare i rumori, gli odori e le strade frenetiche di Marrakech. Questo riad adatto a un re vi offrirà puro relax e gioia. La cucina è spesso giudicata buona e vengono offerti anche servizi termali. Ogni suite ha un giardino e una terrazza con una piscina sul tetto con vista su Marrakech.

I migliori Riad di Essaouira

Riad Chbanate

Nella città costiera di Essaouira si trova un riad caratteristico e romantico. All’arrivo, i visitatori saranno accolti con una calda tazza di tè alla menta marocchino.

Tutti gli ospiti saranno accompagnati alle loro sistemazioni, che dispongono di splendidi bagni con docce enormi e materassi di lusso dopo il completamento della costruzione. Riad Chbanate dispone anche di un hammam dove gli ospiti potranno rilassarsi. Se non avete ancora provato un hammam tradizionale, dovete farlo per sentire il vostro corpo ringiovanito.

Riad Dar Maya:

Il Riad Dar Maya si trova nel centro del quartiere vecchio di Essaouira. È un grazioso Riad marocchino con ottime valutazioni. Questo riad dispone di un patio sul tetto, di una vasca idromassaggio e di una biblioteca.

Tutte le camere e gli interni sono ben fatti e alcune hanno anche un balcone. Ogni mattina, ascoltando le onde del surf, potrete gustare una deliziosa colazione marocchina sul tetto.

I migliori riad in Marocco di Fes

Riad Karawan:

Per il gioiello della corona di Fes, non andate oltre il Karawan Riad. Con accenti dorati e marroni, ogni camera è elegantemente decorata. Il pasto è una strana miscela di cucina marocchina e straniera servita con un servizio eccellente.

Dopo una giornata nella medina di Fes, vorrete riposare la testa e il Karawan Riad è il luogo perfetto per farlo.

Le Jardin Des Biehn:

L’incantevole Le Jardin Des Biehn si trova nella Medina di Fes. Potrete rilassarvi tra i fiori, i frutti e gli ulivi che circondano il riad.

Ci sono molte cose da fare qui, come rilassarsi nell’hammam, leggere un libro nel Fez Cafe o seguire un corso di cucina per imparare l’arte della cucina marocchina. Le camere variano per dimensioni e arredamento, quindi troverete quello che fa per voi!

Che cos’è esattamente un Riad in Marocco?

La seconda scelta che i turisti devono fare dopo aver acquistato un biglietto per il Marocco è dove alloggiare. Dopo tutto, tra cavalcare cammelli sulla spiaggia, fare shopping di tappeti fatti a mano e mangiare couscous vegetariano durante il vostro viaggio tutto compreso in Marocco (con Journey Beyond Travel! ), avrete bisogno di un posto dove dormire, lavarvi e riposare. Sebbene ci siano diverse catene alberghiere e resort di lusso in tutto il Paese, ogni turista dovrebbe assolutamente prendere in considerazione l’idea di soggiornare in un riad marocchino per almeno qualche notte.

Ma cos’è esattamente un riad? Un riad (che in arabo significa giardino) era tradizionalmente un’abitazione marocchina progettata per la solitudine di una famiglia multigenerazionale. I riad erano strutture alte ma strette, con stanze rivolte verso l’interno, incentrate su un cortile o un atrio. Dall’esterno, un riad sembra essere un muro vuoto di mattoni o argilla fangosa, una vera e propria fortezza con una porta pesante e nessuna finestra esterna. All’interno i riad sono meraviglie architettoniche, un luogo meraviglioso con balconi, piastrelle multicolori e giardini interni. Al centro crescevano spesso alberi di limoni o aranci, ed era qui che le signore della casa svolgevano la maggior parte dei loro incontri. I riad tradizionali, ovviamente, non avevano acqua corrente. I residenti facevano il bagno nell’hammam, o bagno di quartiere.

Molte delle strutture antiche di Marrakesh e Essaouria sono state ristrutturate e aggiornate con esigenze e tocchi moderni per i visitatori che pernottano, rendendo i riad un punto di forza della visita. Piscine a sfioro, giardini pensili, ristoranti, terme e fontane sono tutti elementi comuni, così come l’acqua corrente e le tubature. Un riad può essere trovato a qualsiasi livello di prezzo, da quello economico a quello estremamente costoso. Alcuni riad sono così sontuosi e stravaganti che valgono da soli una visita.

Prima di pianificare il vostro soggiorno in un riad in Marocco, ci sono alcune cose da tenere a mente…

Il riad ha normalmente un solo ingresso, che viene tenuto chiuso 24 ore al giorno. Poiché molte stanze interne sono prive di serrature, prima di lasciare oggetti di valore, è bene informarsi presso il personale.
I riad sono spesso di proprietà di stranieri fuori sede e gestiti per lo più da marocchini che potrebbero non parlare bene l’inglese. Se non parlate bene il francese o l’arabo, preparatevi a fare qualche gesto.
Trovare il vostro riad può essere un’avventura in sé, poiché si trovano in vicoli labirintici e minuscoli con pochi elementi di identificazione, a parte una modesta insegna. Non esitate a consultare una mappa.
I riad sono così tranquilli, silenziosi e graziosi che è facile perdere la cognizione del tempo mentre si ozia sui divani all’aperto e si beve tè alla menta. Controllate se vi state isolando dal resto della città.
Non c’è sensazione più bella che sdraiarsi sul tetto di un riad mentre il sole tramonta sulla città-fortezza, ascoltando il richiamo alla preghiera di una moschea vicina che rimbalza sulle antiche mura della città, dopo una lunga ed esaltante giornata di visita a Marrakech. Vi sembrerà di avere un piccolo rifugio personale.

Panoramica dei punti salienti:

Da Casablanca, Unique Desert Tour ha progettato il più grande tour di 10 giorni in Marocco. Vi permette di visitare tutti i principali siti del Paese in meno di dieci giorni. Di seguito un elenco dei luoghi che visiterete.

Casablanca:

Casablanca è una città importante del Marocco che merita una visita. Il film Casablanca ha reso questa magnifica città marocchina famosa in tutto il mondo, ma c’è molto di più da esplorare. Nonostante le sue radici culturali e storiche, la città è moderna e cosmopolita.

Oltre alle costruzioni moderne, si possono ammirare alcuni edifici storici in stile Art Déco. Una delle zone da visitare è il margine o i suoi dintorni, dove si trovano centinaia di pub e ristoranti da cui si può godere del panorama o anche della spiaggia. La Moschea di Hassan II, una delle più grandi moschee del mondo, è senza dubbio una delle attrazioni turistiche più famose di Casablanca. È stata costruita in parte sull’acqua e ha un minareto alto 200 metri che può essere visto da lontano.

Marrakech:

La città è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Grazie alla sua pletora di monumenti, Marrakech è una città marocchina che attira più visitatori.

La piazza Djemaa el-Fna è una delle attrazioni più popolari della città. Qui si possono trovare i tradizionali incantatori di serpenti e narratori di storia. Gli individui che amano passeggiare per i negozi locali quando visitano nuove aree. Vale la pena di visitare i souk (mercati tradizionali/feste) e il vario assortimento di prodotti artigianali in vendita. Con un po’ di fortuna, potrete vedere gli artisti al lavoro sulle loro creazioni mentre siete lì.

Quando acquistate oggetti che vanno dal ferro battuto ai tessuti, ricordate di utilizzare le vostre doti di negoziazione per ottenere un buon prezzo.

Per gli appassionati di architettura e storia, il Palazzo Bahia, la Madrassa Ben Youssef (antica scuola coranica), Majorelle, la Menara, i giardini segreti e le Tombe Saadiane sono tutti luoghi da non perdere. Marrakech, in generale, ha molto da offrire e vale la pena visitarla.

Fes:

La prima e più antica università del mondo è stata fondata a Fes, la più antica città imperiale del Marocco. Perché è la moschea meglio conservata del mondo islamico. È un luogo eccellente per conoscere meglio questa cultura. Una visita alla zona più antica e storica della città è un’esperienza affascinante, perché permette di vedere, tra l’altro, innumerevoli strade antiche e mercati all’aperto. Uno dei siti imperdibili di Fes è il Palazzo Reale. Anche se l’accesso non è consentito, vale la pena di vedere l’esterno, con le sue grandi porte di bronzo e le abbaglianti piastrelle di ceramica.

Riad in Marocco Fes:

Un altro luogo da non perdere è la Conceria Chouara. Le pelli vengono tinte in una stanza piena di vasche che trasportano liquidi colorati da materiali naturali (come lo zafferano). Sebbene l’aspetto sia attraente, fate attenzione al forte odore associato alla lavorazione della pelle!

Sebbene l’attrazione principale della città sia la componente più tradizionale della cultura islamica, la città ha anche un’area vivace e contemporanea che vale la pena di vedere. La cosiddetta Porta Blu è una linea di separazione tra le due parti della città. In questo quartiere si trovano alcuni ristoranti e hotel.

L’UNESCO ha dichiarato Fez, come Marrakech, Patrimonio dell’Umanità.
Ait Benhaddou è un borgo fortificato sulla cima delle montagne dell’Alto Atlante, incastrato tra l’antico percorso di Marrakech e il Sahara. È un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO in Marocco che offre ai visitatori uno sguardo sulla ricca storia del Paese. Mura e torri imponenti circondano la città di Ait Benhaddou.

La regione è ora poco abitata, con appena otto case rimaste. La maggior parte dei residenti si è trasferita in un quartiere vicino, più moderno. Grazie al suo aspetto caratteristico generato dall’uso di mattoni di fango, il luogo è stato in passato l’ambientazione di diversi classici del cinema, tra cui il film “Il Gladiatore”.

Chefchaouen:

Chefchaouen, talvolta nota come “Città blu”, è una piccola città con edifici bianchi e porte e decorazioni blu. I contrasti di colore tra il blu e il viola sembrano illuminare la metropoli, offrendo uno splendido sfondo per una fantastica sessione fotografica.

Guidare per la città è difficile a causa delle strade strette. Il tour a piedi, invece, è affascinante non solo per vedere la città, ma anche per esplorare i numerosi negozi artigianali.

Le lavandaie sono spesso viste lavare i loro abiti in lavatoi di pietra presso la cascata dei monti Rif, a seconda del periodo dell’anno (vasche di pietra per lavare i vestiti).

Due attrazioni turistiche imperdibili di Chefchaouen sono il castello, situato nella piazza principale, e la moschea, che è l’unico edificio ottagonale al mondo.

Gole del Todra:

Le Gole del Todra sono enormi canyon situati a circa 25 chilometri da Tinghir.

La strada d’ingresso è già una vetrina perché attraversa un ambiente mozzafiato, con vista su un’enorme palma. Ogni anno turisti da tutto il mondo visitano la zona alla ricerca di esperienze come l’arrampicata e il trekking, oltre a escursioni nelle gole e bagni rilassanti nei corsi d’acqua della regione.

Montagne dell’Atlante:

Le montagne dell’Atlante sono le principali vette del Paese e offrono la possibilità di sfuggire al tumulto delle grandi città. Avrete la possibilità di visitare queste montagne e questi paesaggi spettacolari durante la vostra vacanza di 10 giorni da Casablanca. In primo luogo, attraverseremo il Medio Atlante, fermandoci a Ifrane sulla strada per il deserto. In secondo luogo, attraverseremo le montagne dell’Anti e dell’Alto Atlante per tornare a Marrakech e Casablanca. Passeremo per il passo Tizi Ntichka dell’Alto Atlante, che è l’unica via di accesso dal deserto a Marrakech. Attraverso le montagne dell’Atlante.

Poiché la strada di accesso è talvolta bloccata, è importante pianificare la visita in anticipo. Chi visita la catena montuosa dell’Atlante ha l’occasione unica di incontrare i Berberi, gli abitanti originari dell’Africa prima dell’arrivo degli Arabi.

Rabat:

Rabat è la capitale e la seconda città più grande del Marocco. Solo Casablanca, non particolarmente significativa dal punto di vista turistico, è seconda.

È divisa in due metà distinte. Da un lato, c’è una città moderna e massiccia, con edifici enormi, dove si può anche viaggiare con la moderna metropolitana. Dall’altra parte, c’è una parte storica più tradizionale, ancora ben tenuta e dove si possono trovare i tipici mercati marocchini. Uno dei luoghi più importanti da visitare a Rabat è la Torre di Hassan. Nel cortile della moschea si trova il mausoleo di Mohammed V, il primo re indipendente del Marocco. È una tappa obbligata per i marocchini.

Meritano una visita anche la Chellah (un sito archeologico con vestigia di una città romana e una necropoli medievale) e la Cattedrale di Rabat. Rabat ha anche una grande varietà di spiagge ed è comune vedere persone che girano per la città con le loro tavole da surf.

Merzouga:

Merzouga è il nome di una piccola città vicino alle dune dorate dell’Erg Chebbi. Il significato esatto di questo nome è sconosciuto. È stato attribuito alla famiglia Merzoug e all’antica famiglia nomade che per prima ha vissuto nel deserto. Altri suggeriscono che derivi dalla parola araba Merzouqa, che significa “zona prospera e fertile”.

Le dune di Erg Chebbi sono un’attrazione imperdibile di ogni vacanza in Marocco. Si trovano nel deserto del Sahara, in Marocco. L’immensità della sabbia dà la sensazione di lontananza, anche se l’accesso alle dune è semplice. Chi vuole vivere appieno l’esperienza della regione può scegliere di alloggiare in una tenda nel deserto piuttosto che in uno degli ostelli o degli alberghi locali, il che è un fatto interessante.

I 44 tour sono un’opzione fantastica per chi vuole un po’ di brivido in più! È anche possibile noleggiare un quad o un buggy e andare in dune-bike con una guida locale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>